05 giu / SMART HERITAGE

Circolo dei Lettori, Sala Gioco
in cooperazione con: IGAV – “Istituto Garuzzo per le Arti Visive”; Introduce: Ugo Volli (Università di Torino), Roberto Mastroianni (Università di Torino e Fondazione Smart City); Conferenzieri plenari invitati: Andrea Semprini (Università di Lione), Nathalie Roelens (Università del Lussemburgo), Martina Corgnati (Direttore Artistico IGAV), Giovanni Leghissa (Università di Torino), Massimo Leone (Università di Torino), Laura Rolle (Università di Torino)

Il patrimonio culturale dell’Europa e la sua capacità di generare valore economico sono senza paralleli. Le città europee sono la prima meta del turismo globale e attraggono annualmente milioni di consumatori, generando profitti e opportunità di impiego. Tuttavia, la gestione di questo patrimonio culturale necessita urgentemente d’innovazione. Fino ad oggi, la ricerca e la formazione sul patrimonio culturale si sono concentrati sulla sua preservazione, come se l’unico compito dei professionisti del patrimonio culturale fosse quello di proteggere le tracce di un glorioso passato dall’alterazione. Al contrario, il convegno sottolinea il bisogno di usare la semiotica e la teoria dell’arte per incrementare la creatività in questo fondamentale settore dell’economia europea.

Ultime News