02 giu / Cattedra Unesco

Il 2 giugno si terrà a Torino il workshop internazionale “Knowledge and Policies for the Mediterranean Environmental Transition and
climate change effects mitigation” promosso dall’Unesco in collaborazione con Parliamentary for the Mediterranean (PAM) e Università di Torino. La Cattedra Unesco in “Sviluppo Sostenibile e promozione del territorio” istituita presso l’Università di Torino in collaborazione con l’Unesco è nata per educare, studiare e promuovere processi di cambiamento per far fronte alla crisi ambientale orientati allo sviluppo sostenibile.

Le questioni legate al cibo e all’alimentazione stanno acquisendo un ruolo sempre più centrale all’interno delle agende politiche. Il crescente ricorso alle coltivazioni intensive, e l’utilizzo dei cereali per la produzione di combustibile, influenzano la produttività agricola, la sostenibilità ambientale e la sicurezza alimentare. Allo stesso tempo molti Paesi, soprattutto quelli del Sud del mondo, subiscono i dirompenti effetti del cambiamento climatico, tra i quali rientrano la maggiore frequenza con la quale si verificano siccità e alluvioni, l’innalzamento del livello dei mari, i disequilibri negli ecosistemi, le malattie di piante e bestiame. Le violenze e i conflitti che ne possono scaturire costringono inoltre milioni di persone ad abbandonare le loro terre facendo aumentare la popolazione dei centri urbani. La prosecuzione di tali tendenze porterà gli agglomerati urbani a dover fronteggiare nuovi e significativi problemi.
Obiettivi del workshop, e della tavola rotonda che ne seguirà, saranno quelli di portare l’attenzione su questi nuovi problemi, sulle cause che li generano, sulle politiche che possono affrontarli e sulle indicazioni che in tal senso provengono dal mondo della ricerca.

Il workshop è stato organizzato grazie al contributo del dipartimento Culture Politica e Società dell’Università di Torino, del Centro Interuniversitario Agorà Scienza, della Fondazione Smart City della Città di Torino.

Con il patrocinio di
PAM – Assemblea Parlamentare del Mediterraneo

Circolo dei Lettori – via Bogino, 9

09.30

Sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale:
il caso della dieta mediterranea

Workshop

Chair: Sergio Scamuzzi (Cattedra UNESCO di Torino)


Maria Cortes Puch
(Esperto associato, Sezione politiche e riforme scientifiche – UNESCO)

Le politiche scientifiche dell’UNESCO per la sostenibilità


Arnold Tukker
(Docente di Innovazione sostenibile presso l’Università Norvegese di Scienza e Tecnologia – NTNU, Trondheim;Manager della business line in innovazione ed economia, TNO)

Politiche Europee per la sostenibilità alimentare


Carlo di Benedetta
(Comunità delle Università Mediterranee – CUM, Bari)

Politiche per la salute e la sicurezza alimentare nell’area del Mediterraneo


Maria Lodovica Gullino
(Direttore di Agroinnova; Docente di Patologia Vegetale presso l’Università di Torino)

Sicurezza alimentare e malattie delle piante


Aurelio Angelini
(Docente di Sociologia dell’ambiente e Sociologia delle migrazioni presso l’Università di Palermo)

Il cibo in un mondo poco sostenibile: implicazioni per le scienze sociali.


Salvatore Giannino
(Piano d’azione UNESCO/PAM per il Mediterraneo)

Strategie di governance ambientale per il Mediterraneo

15.00

Sicurezza alimentare, migrazioni ambientali e sostenibilità urbana

Tavola Rotonda

Chair: Mario Salomone (Università di Bergamo)


Etienne Piguet
(Direttore dell’Istituto di Geografia dell’Università di Neuchâtel)

Migrazioni ambientali e politiche mitigative


Mourad Youssry
(aggiunto al Segretario generale per gli affari dell’Assemblea, Assemblea Parlamentare del Mediterraneo – PAM)

Strategie della PAM per la sostenibilità alimentare e le migrazioni ambientali.


Valerio Calzolaio
(autore di “Ecoprofughi. Migrazioni forzate di ieri, oggi e domani”)

Migrazioni climatiche


Partecipanti alla tavola rotonda:
Maria Cortes Puch
(Sezione politiche e riforme scientifiche – UNESCO)
Dario Padovan
(Università di Torino)
Massimo Pastore
(Associazione Studi giuridici sull’immigrazione)
Egidio Dansero
(Docente di Politiche del territorio e sostenibilità presso l’Università di Torino)
Rappresentanti delle cattedre UNESCO del Mediterraneo sullo sviluppo sostenibile

Ultime News